Un’isola di emozioni

Guardandomi allo specchio, avevo capito tutto. Mi ero messa a nudo. E quella immagine riflessa non poteva mentire, non poteva nascondere quello che ero, quello che pensavo, quello che cercavo ogni volta di non ammettere. Avevo compreso la verità.

Tutto quello che avevo, non mi apparteneva. Non mi sarebbe appartenuto più. E forse, intrappolata com’ero, nella paura, nel timore, sarei rimasta vincolata a me stessa, al mio orgoglio.

Mi guardavo allo specchio. Ero immobile e pietrificata, mentre l’immagine che rifletteva il magico vetro, si dimenava.

Urlava, sbatteva i pugni, scalciava via le catene.

Cosa avrei dovuto fare? Quella parte di me che lottava per avere giustizia, si ribellava, voleva imporsi.

E come un’isola di emozioni, nella quale vivevo sola, abbandonata alla confessione di ciò che ero, mi perdevo nella ricerca dell’ammissione più dolorosa. Non avevo il coraggio di essere quell’altra me.

Immagine

FOTO DI IVANO DI MEGLIO

visitate la sua pagina facebook —>  https://www.facebook.com/ivanodimegliophotography

One comment

Rispondi