Estate

L’ansia di una scelta è un fardello che pesa come uno zainetto pieno di libri. Pesa. Sul cuore, sulla schiena. E’ viva negli occhi, nelle mani, nelle parole.

Avrei voluto vivere un’estate senza pensieri e non stare lì a prendere grandi decisioni. Che poi si arriva al primo di settembre e non si sa ancora cosa diamine si vuole fare.

Ah l’estate! Maledetta stagione dei “perchè?”, “quando?”, “dove?” , “chi sono?”

Rispondi