Top & Flop 2014

Con l’approssimarsi della fine di questo 2014, ho pensato fosse carino elencare i top e i flop di questi quasi giunti 365giorni. Ecco i miei TOP 2014:
1) la canzone dell’anno per me è stata “Io fra tanti” di Giorgia.
2) l’evento televisivo/telefilm: è stata un’ardua scelta, essendo una malata di serie tv, ovviamente tutte americane. Ma ho voluto premiare quella che è stata un successo mondiale e che orgogliosamente porta il marchio made in Italy: Gomorra.
3) l’accessorio preferito: gli orecchini.
4) il miglior acquisto: qui è veramente dura. Sicuramente l’ebook di kayla itsines, il cardiofrequensimetro toracico.
5) il prodotto makeup: i rossetti Mac. Lady danger e Sin.
6) il libro che ho più amato è stato “Come sei bella stasera” di Carlene Thompson, un giallo mozzafiato.
7) l’esperienza più avvolgente: la mia prima volta in un locale gay. Mi sono divertita moltissimo.
8) la stagione più bella: è stata l’estate. Non ha fatto moltissimo caldo, ho passato pomeriggi interi con la bambina che amo di più al mondo, Miriam.
9) ciò che mi ha reso più felice: la nuova consapevolezza di me, della mia forza e coraggio.
10) scoperta dell’anno: i video dei The Jackal e dei Narkiop. Sono bravissimi, simpaticissimi.
11) l’emozione più forte: la vittoria della Supercoppa italiana. Una partita da ansia totale. La gioia provata per la vittoria ci ha ripagato di anno calcistico non proprio felice.
12) la notizia più bella: essere finalmente diventata membro nell’unico circolo letterario della mia isola.
13) il film: A letto con il nemico. Non lo avevo mai visto prima. Mi è piaciuto molto.
14) il viaggio dell’anno: a Roma dalla mia best friend, Alessia. Mi sono divertita e ricaricata.
15) il cibo/bevanda: impazzisco per tè e tisane.

I FLOP, invece:

1)la canzone che proprio non ho digerito è stata l’ultima di Vasco, di cui non ricordo il nome. Per me era una già sentita e risentita.         2) l’evento televisivo/telefilm: forse ho trovato deludente la quinta stagione di The Vampire Diares. L’ho guardato per inerzia più che per passione.
3) l’accessorio meno utilizzato: i bracciali.                                           4) il peggior acquisto: un paio di leggins fucsia. Perchè li ho comprati? Non li ho mai indossati.
5) il prodotto makeup: sono stati un mega flop tutti i prodotti occhi Kiko, mi facevano lacrimare gli occhi.                                                 6) il libro che non ho finito di leggere: L’Ospite di Stephanie Mayer, proprio non riusciva a prendermi in alcun modo.               7) l’esperienza traumatizzante: l’ospedale.                                    
8) la stagione meno bella: la primavera! Io, in verità, la amo. Tuttavia, quest’anno non è proprio arrivata!                                             9) ciò che mi ha reso triste: non aver raggiunto alcuni degli obiettivi che mi ero prefissata.         10) scoperta dell’anno: non ho scoperto nulla di così disagevole. 11) l’emozione più dolorosa: non aver superato i preliminari di Champions League! Credo che ci abbia molto scioccato!
12) la notizia peggiore: la partenza per un altro mondo, di un giovane padre di famiglia, amato da tutti
13) il film: quello di cui non ricordo il nome perchè mi sono addormentata dopo 15 minuti. *(chiederò al mio compagno)
14) il viaggio dell’anno: è quello che ti porta a casa…
15) cibo/bevanda: mai più pizza fuori dalla Campania! (come fate a chiamarla pizza?!?!?)

 

Ecco il mio elenco, cari lettori. Se vi va, anche senza seguire questo schema, raccontatemi i vostri flop e top di questo anno giunto quasi al termine!

Un abbraccio,

Gilda

 

 

6 comments

  1. mchan84 says:

    Ma che belle liste! Praticamente raccontano l’intero tuo anno passato.
    The Host: anch’io all’inizio ho fatto molta fatica ad ingranare, ma anche con la saga di Twilight, credo sia una caratteristica dei libri della Meyer. Alla fine l’ho spuntata io: mi è piaciucchiato. A volte mi ricordava Twilight (triangolo amoroso), ma c’erano anche delle cose interessanti.
    La pizza: sarò di parte ma adoro quella romana. 😛
    Mchan
    Ps: ma poi il film??? Si è addormentato anche il tuo compagno? 😉

    • Gilda says:

      Io proprio non ho amato quella romana. Secondo me è anche questione di abitudine. Se mangi la pizza a Napoli da una vita il paragone è inevitabile. Per quanto riguarda The Host, l’ho donato alla biblioteca comunale, magari piacerà a qualche utente. È anche vero che a volte si va a periodi. Un libro letto durante l’adolescenza magari non ti piace adesso o viceversa.
      Grazie mille per aver lasciato un commento . Buon week end!

Rispondi