Una ragazza diversa

Non sono una ragazza qualunque. Di quelle da cuori e fiori, romanticismi banali e cene a lume di candela su una terrazza con vista sul mare. Non sono una di quelle che vuole regali, attenzioni costanti e abbracci soffocanti.

Sono diversa. Forse incompresa. Ma tutte queste cazzate non servono. Amami con tutte le mie complessità. Amami quando sono distretta e non ricordo che giorno è oggi. Amami perchè vesto di nero e metto il rossetto blu. Amami quando sono triste e decido di non piangere su un letto ma di indossare un paio di scarpe da ginnastica e vado a correre. Amami perchè sono folle e nella mia follia c’è racchiusa tutta l’insanità che esplode tra i binari di un treno che sfreccia in direzioni che non conosco nemmeno.

Sono diversa. Non sono una ragazza qualunque. E’ difficile amarmi, ma quando lo fai non mi risparmio. Perchè nella mia verità così differente dalle altre, non ci sono maschere ma un volto imperfetto da cui traspare tutto.

E’ la nudità del mio essere.

Rispondi