L’essenza di te





Era uno di quei profumi che restano nei tuoi ricordi. Puoi non sentirlo più, ma quando l’immagine del suo volto si affaccia nella mente, ecco che quel profumo colpisce in pieno. Stordisce e lasci che si confonda con le tue lacrime.

Come per averlo ancora più vicino.

 

foto dal web




Continue Reading

Gli occhi del mondo




 

Era ferma. Immobile. In quella posizione di ghiaccio. Attorno a lei, il caos. Di quelli confusionari, che ti distraggono e invece lei era lì. Stabile. Muta. Faceva più rumore il suo silenzio. E in quel mutismo c’era tutto. La paura, la rabbia, la desolazione, la tristezza, l’angoscia, il dolore. Ma i suoi occhi, oh signori!… In quegli occhi c’era il mare, il cielo, la forza, la voglia di vivere e combattere. C’era la rinascita. C’era la speranza. Quegli occhi stonavano. Erano la nota fuori pentagramma. In quella donna, i suoi non erano occhi qualsiasi… Quelli erano gli occhi del mondo.

 

Acrilici su tela di Anna Lamonaca




Continue Reading

Profumo di Zucchero e Vaniglia di Elena Ungini





Per la rubrica “Quattro Blog per un Autore” , vi presento oggi Elena Ungini e il suo romanzo Profumo di Zucchero e Vaniglia. Ecco a voi la sua copertina:

Trama:Chiara ha ventidue anni, una figlia piccola ed è sola da quando il suo fidanzato, alcolizzato e violento, l’ha lasciata. Decisa a trovare un lavoro, frequenta il corso serale per diventare pasticciera. Quando inizia a lavorare nella pasticceria di Stefano, suo ex compagno di scuola, si rende conto di provare per lui un’attrazione fatale che il giovane non sembra ricambiare. Del resto, lui sta per sposare Lucia, con la quale è fidanzato da due anni. Ma Chiara è dolce, simpatica, avvenente e molto più presente di Lucia, sempre in viaggio per lavoro o vacanza e Stefano inizia a portare Chiara con sé alle convention, alle cene, ai vari appuntamenti di lavoro. Tra loro nasce una nuova complicità che li porterà a scoprire i lati più segreti del loro io interiore.

Potete acquistare il libro su Amazon : Profumo di Zucchero e Vaniglia

Ed ecco la nostra intervista.

“UN LIBRO NON SI GIUDICA DALLA COPERTINA… O FORSE Sì?”

Come è nata la cover del tuo libro? È frutto della tua immaginazione o, nel caso il libro sia legato a una CE, hai collaborato con chi ha progettato la copertina del tuo romanzo?

Il libro è legato alla collana Floreale, ma la copertina è stata scelta insieme: mi è stato chiesto come la volevo, e credo che sia una delle poche case editrici che dà questa possibilità. Sono state elaborate diverse copertine, tutte splendide, e mi è stato chiesto di scegliere quella che preferivo. Devo dire che è davvero stupenda.

Cosa ne pensi della famosa frase: “Un libro non si giudica dalla copertina?”. Sei d’accordo?

In parte sì, perché la copertina potrebbe essere bellissima e il libro, invece, potrebbe rivelarsi una fregatura, oppure l’esatto contrario. Io credo che la copertina debba essere il completamento del libro, quindi l’immagine, le scritte, i colori dovrebbero essere in funzione del libro, non semplici foto messe a caso solo per attirare l’attenzione, magari con l’attore del momento.

 




È fondamentale secondo te legare l’immagine della copertina al titolo?
Che tipo di impatto potrebbe dare sul lettore e quanto un titolo accattivante sia più importante della copertina o viceversa?

Il titolo,  a mio parere, è importante tanto quanto la copertina, perché credo che difficilmente qualcuno acquisti un libro se il titolo non gli piace o se comunque non l’ha colpito o incuriosito in qualche modo.

Devo dire che “Profumo di zucchero e vaniglia” è un titolo che è piaciuto molto. Forse perché tutti amiamo le cose dolci e la vaniglia… chissà.

 




Continue Reading