Natasha: il vaso dei ricordi di Savina Contu e Valentina Puddu





Come ogni Lunedì torna la nostra rubrica Quattro Blog per un Autore e stamattina vi presentiamo questo romanzo scritto a quattro mani!

NATASHA: IL VASO DEI RICORDI

TRAMA : Natasha: il vaso dei ricordi è un romanzo sentimentale arricchito da sottili e divertenti passaggi comici, nonché da elementi tipici delle spy story. Un genere letterario ibrido, dunque, poco ordinario, come d’altronde il racconto stesso.
La protagonista, Edda, è una giovane ragazza sarda in cerca di lavoro a cui la vita riserva una serie di innumerevoli sorprese, tra un colpo di scena e l’altro. La sua storia sarà segnata dalla caduta di un vaso sulla sua testa che le costerà la perdita della memoria. Edda, in preda a una vera e propria crisi d’identità, cercherà di ricostruire i tasselli della sua esistenza, ed è qui che il racconto si tingerà di giallo.
L’incontro con il commissario De Giorgi sarà la chiave di svolta che riserverà alla vita di Edda, o meglio di Natasha, come scoprirà poi di chiamarsi, le vicende più emozionanti e inaspettate. Lo stesso sentimento amoroso non potrà che nascere all’insegna dell’imprevisto e del misterioso».

 

Le risposet di  SAVINA

“UN LIBRO NON SI GIUDICA DALLA COPERTINA… O FORSE Sì?”

Come è nata la cover del tuo libro? È frutto della tua immaginazione o, nel caso il libro sia legato a una CE, hai collaborato con chi ha progettato la copertina del tuo romanzo?

La copertina del libro è stata ideata da me e Valentina. Rappresenta un vaso davanti ad un album di fotografie per riprendere un po’ il titolo.

Cosa ne pensi della famosa frase: “Un libro non si giudica dalla copertina?”. Sei d’accordo?Penso che un libro non debba essere giudicato dalla copertina. Io personalmente do più importanza alla trama.

È fondamentale secondo te legare l’immagine della copertina al titolo?
Che tipo di impatto potrebbe dare sul lettore? Un titolo accattivante deve essere più importante della copertina o viceversa?
Credo che ci debba essere un minimo di collegamento tra copertina e titolo, anche per questo ne stiamo elaborando una più idonea. Piuttosto che la copertina, nelle mie scelte personali do più importanza al titolo.

Potete seguire il romanzo qui :Natasha il vaso dei ricordi

Il romanzo  è disponibile sia in versione e book (suddiviso in parte prima e parte seconda) che versione cartacea (Comprende entrambe le parti).

Prima Parte VersioneEbook

Seconda Parte Versione Ebook Part 2

Versione Cartacea : Natasha il vaso dei ricordi

 




RISPOSTE DI VALENTINA

Come è nata la cover del tuo libro? È frutto della tua immaginazione o, nel caso il libro sia legato a una CE, hai collaborato con chi ha progettato la copertina del tuo romanzo?

-La copertina del libro è frutto della nostra immaginazione. Abbiamo preso come riferimento una delle parti che lega la storia e l’ abbiamo fotografata, cambiando colori e aggiungendo sfumature.

Cosa ne pensi della famosa frase: “Un libro non si giudica dalla copertina?”. Sei d’accordo?

-Sono più che d’accordo con la frase “un libro non si giudica dalla copertina”  penso che sia  una parte fondamentale perchè è la prima cosa che il lettore guarda.

È fondamentale secondo te legare l’immagine della copertina al titolo?
Che tipo di impatto potrebbe dare sul lettore e quanto un titolo accattivante sia più importante della copertina o viceversa?

-Credo che la copertina, almeno un minimo, debba riportare ciò che la storia racconta ma penso anche che il titolo sia la cosa più importante perchè deve far si che il lettore leggendolo abbia voglia di leggerne la trama.

Grazie ragazze per aver parlato della vostra cover e del vostro romanzo!

In bocca al lupo per questa avventura!



You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *