Raggi d’amore

Il sole insegue la luna,
muore ogni sera tra le braccia azzurre del mare.
Si spegne lentamente.
Con lo sguardo rivolto verso il cielo
un ultimo raggio di luce
per dirle addio.
Fugge via nell’oscurità
nella solitudine di un cielo senza stelle,
la luna.
E nell’attesa di rivedersi ancora
insegue il sole.
Lo attende
per un attimo fugace di amore.
E sopravvive per quel saluto dolce e amaro
per poi dissolversi nella luce.
E fugge ancora via. 
In uno spazio che non ha visibilità,
In un tempo che non ha ore.
Nel continuo cercarsi e perdersi
vivevano l’uno nell’attesa dell’altro.

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *