Die Party di Silvia Castellano

Buongiorno amici di penna, un weekend afoso e insopportabile si è appena concluso. E’ tornato il tanto odiato lunedì e per affrontare meglio questo inizio settimana poco gradevole ripartiamo con la nostra rubrica Quattro Blog per un Autore!

In questo nuovo blogtour della Starlight conosceremo la serie “Die Party” di Silvia Castellano, composta dai due racconti lunghi “Die Party e “Die Party 2 – In trappola”.

 

REGOLE PER PARTECIPARE:

Commentare le 4 tappe

Seguite l’evento su facebook al seguente link:

https://www.facebook.com/events/1500402346733218/

PREMIO:

Buono da 5 euro

C’è tempo fino al 24 luglio ore 18,00 per partecipare!

 

Autore: Silvia Castellano

Editore: collana Starlight (PubGold)

Formato: ebook

Prezzo: 1,49

Die Party 1

Link: https://www.amazon.it/Party-Collana-Starlight-Silvia-Castellano-ebook/dp/B07DR5Y2WP

 

“Sei pronto per la festa più pericolosa dell’anno?”

TRAMA: Tutti conoscono il “Die Party”, la festa più apprezzata dell’anno. Molti si stanno organizzando per andarci, ma a Lyla non interessa trascorrere la vigilia di Natale in un posto in cui ci sarà tutta la scuola. Con un nome così non le sembra nulla di originale e ha già i suoi problemi con Alex, alias Mister Arroganza, colui che sarebbe in grado di spezzarle il cuore in pochi attimi. Ma Jan, il suo migliore amico, sa essere molto persuasivo e Lyla si ritrova suo malgrado a varcare la soglia del locale.

Quella che si preannunciava come una normale festa tra ragazzi, diventerà a poco a poco il party più pericoloso dell’anno.

Un segreto si annida tra quelle pareti, ma le carte non sono ancora state svelate…

E tu, aprirai quella porta?

 

Die Party 2 – In trappola

In uscita il 13 luglio

Link: https://www.amazon.it/dp/B07FK79J5D/

 

TRAMA: “Sembrava tutto cambiato da Natale, ma la verità è che a essere diversa ero solo io.”

Dopo il pericolo corso al “Die Party”, Lyla viene tormentata da un incubo che ha tutta l’aria di essere la premonizione di un’altra minaccia: Patricia, la ragazza che il suo migliore amico tanto venerava, la vuole morta. Scossa dalla brutta fine di quel sogno, Lyla cerca di dimenticare e di tornare alla sua vita di sempre, tra lezioni e allenamenti. Finalmente non deve più nascondere la sua natura a Jan e può vivere la storia d’amore con il ragazzo che le ha rubato il cuore. Ma non ha fatto i conti con Carina, la migliore amica di Alex, che finisce per allontanarlo da lei. Quando tutto tra loro sembra ormai finito, la minaccia si concretizza e Lyla non può più fare finta di niente. Troppe cose strane stanno accadendo attorno a lei e i nemici sono sempre in agguato per tenderle una trappola. Pronti per una nuova festa?

I giochi non sono ancora finiti e non tutte le verità sono venute a galla…

“Non puoi sapere cosa una persona nasconda sotto la maschera.”

Ecco la nostra intervista:

“UN LIBRO NON SI GIUDICA DALLA COPERTINA… O FORSE Sì?”

Come è nata la cover del tuo libro? È frutto della tua immaginazione o, nel caso il libro sia legato a una CE, hai collaborato con chi ha progettato la copertina del tuo romanzo?

Nel caso della cover del primo volume di Die Party è stata dura. Per tutta la fase di ricerca ho scambiato proposte e opinioni con la direttrice della collana Starlight, Jessica Maccario, ma niente ci convinceva. Io avevo un’idea precisa in mente, ma non trovavo una foto che rappresentasse la protagonista a dovere. Ho setacciato un intero sito di fotografie e alla fine ho trovato un’immagine che mi piaceva. La copertina è stata poi realizzata da una grafica, Angelice Graphics, che ha rielaborato la foto e ha aggiunto il leopardo, che è molto importante nel racconto. Sono molto soddisfatta del risultato, credo che sia molto d’impatto! La cover del secondo volume, invece, è stata molto più facile da ideare perché è stata pensata per essere complementare all’altra. Anche in questo caso è stata una decisione presa di comune accordo con Jessica. Noi abbiamo pensato a cosa mettere, ma la magia l’ha fatta la grafica.

Cosa ne pensi della famosa frase: “Un libro non si giudica dalla copertina?”. Sei d’accordo?

Sono d’accordo, almeno in parte. Esistono moltissimi libri stupendi con copertine brutte o insignificanti e uno dovrebbe essere in grado di andare oltre l’apparenza, tuttavia bisogna ammetterlo: una cover curata e di qualità attira di più l’attenzione. Certo, naturalmente dietro una bella facciata possono esserci anche libri pieni di errori e con trame inconsistenti. Insomma, anche in questo caso sta al lettore informarsi e saper riconoscere una buona trama. In conclusione penso sia importante curare sia l’interno della propria opera che quello esterno.

È fondamentale secondo te legare l’immagine della copertina al titolo? Che tipo di impatto potrebbe dare sul lettore e quanto un titolo accattivante sia più importante della copertina o viceversa?

Tra copertina e trama (più che titolo) deve esserci una connessione riconoscibile a prima vista, sì. Per esempio, una copertina con un paesaggio grigio e malinconico non può essere associato a un romanzo d’amore. Si rischia di confondere il lettore e di creare in lui/lei false aspettative. Non credo che il titolo sia poi così importante nella scelta di un libro, quindi direi la copertina, indubbiamente attira di più l’attenzione.

 

Non dimenticate di lasciare un commento qui sotto! Buona lettura a tutti.

You may also like

8 commenti

  1. Da quel poco che ho letto sembra un libro molto interessante. La storia è originale, nonostante ricordi i classici americani nella scelta dell’ambientazione e della protagonista. La copertina è suggestiva e invoglia alla lettura, ma come in accordo con l’autrice, provare per credere. Lo metterò sicuramente in lista 😊

  2. sembra molto interessante, io sono convinta che contino molto le cover nella scelta di un libro ma non sono tutto quello che si guarda prima di comprare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *